Arte, storia e cultura - Castello Banfi
 
Arte, storia e cultura - Castello Banfi
 

Situata nella campagna senese, a nord-ovest del Monte Amiata e alla fine della Val d'Orcia, Montalcino si presenta come un'isola nel cuore della Toscana, offrendo a chi arriva salendo dalle valli che la circondano dei panorami davvero incantevoli, con vigneti e boschi in perfetta armonia. La visita a Montalcino può rivelarsi ricca di suggestioni di enogastronomia, arte e cultura. Ma certamente, l'immagine migliore,  Montalcino la rivela proprio grazie al dono più prezioso della sua terra, dura e generosa insieme: il vino. Già apprezzata nei secoli passati, la produzione enologica era anche qui rimasta fedele ai canoni ormai affermati nella tradizione toscana. Nacque così il Brunello, frutto di tenace passione, custodito con amore durante gli anni di affinamento in cantina, prima di presentarsi agli estimatori in Italia e nel mondo, che hanno imparato, a loro volta, ad amarlo: fine e principio di una leggenda che ogni bottiglia rinnova. Oggi enoteche e ristoranti invitano a scoprire il grande valore del Brunello di Montalcino e dei vini della tradizione, il Rosso di Montalcino e il Moscadello di Montalcino insieme alle più recenti creazioni enologiche, proponendoli in abbinamento alle eccellenze gastronomiche di questo ineguagliabile territorio, l’olio e il miele, ed ai piatti della rinomata cucina toscana.

Ma passeggiando per la città si possono ammirare le testimonianze architettoniche della gloriosa storia di Montalcino,  la Fortezza trecentesca con lo sperone mediceo,  gli edifici e le chiese di epoca medievale. Il Museo Civico e Diocesano  raccoglie opere d’arte religiosa medievali e rinascimentali delle chiese e pievi della campagna montalcinese, oltre a reperti degli scavi archeologici della zona dall’età paleolitica e neolitica all’epoca etrusca e romana, con un vetrina dedicata ad un ritrovamento nella nostra azienda vicino al Castello di Poggio alle Mura.

 

Cosa vedere nelle vicinanze